INT D’ITALIA 2013 RIOLA SARDO Video HIGHLIGHTS e ELITE!!!

Scritto lunedì 4 febbraio 2013 alle 17:44.

MX International Italian Championship – Riola Sardo – ELITE

Posted by Lino

MX INTERNATIONAL ITALIAN CHAMPIONSHIP 2013 Riola Sardo ELITE Race e Highlights RD1, in questo momento hanno caricato solo questo, ma state sintonizzati che aggiorneremo con la MX1 e MX2 per il primo round!

Buona visione!

Per i risultati di gara CLICCATE il link!

http://blog.mxbars.net/2013/02/03/riola-sardo-internazionali-ditalia-2013-risultati-e-punti/

Immagine anteprima YouTube

.

MX INTERNATIONAL ITALIAN CHAMPIONSHIP 2013 Riola Sardo 
125-MX1-MX2 Race HIGHLIGTS

Immagine anteprima YouTube

.

CONSIDERAZIONE PRIMO ROUND INT D’ITA!

Quando si dice: il buongiorno si vede dal mattino!

La prima prova degli Internazionali d’Italia è andata in scena questo week end, in netto anticipo sul calendario tradizionale, sulla pista di Riola Sardo, in Sardegna ed è stato subito spettacolo!

Una gara pre-mondiale in una pista infernale, tanto che girare in quelle condizioni è come fare una gara di mondiale, Tony Cairoli ha infatti facilmente sconfitto gli avversari per un feeling particolare sulla sabbia così pesante, cogliendo una vittoria schiacciante sia nella MX1 che nella Elite, tallonato sul podio dal suo compagno di squadra Ken De Dycker, che ha colorato di arancio il prestigioso podio della prova iniziale della serie.

Ottimo David Philippaerts, che ritorna in gara dopo sei mesi di stop, moto e Team nuovi, tutto perfetto per testare materiale da gara, la dichiarazione fa ben sperare, sia per la moto e la condizione fisica dopo l’ultimo brutto incidente con relativo infortunio.

Bene anche Davide Guarneri, due volte settimo, nonostante la caviglia ancora gonfia e dolorante in seguito all’incidente di gara in cui è stato coinvolto dopo il via della seconda manche allo Starcross di Mantova.

Molto bene il pilota Ruso Evgeny Bobrishev del Team Honda Worl Motocross, il pilota arriva da una serie di test e sessioni d’allenamento molto stressanti, infatti non ha voluto forzare più di tanto per non compromettere la stagione.

Idem il due Yamaha Rinaldi, Steven Frossard, il neo acquisto e rookie in MX1 Joel Roelants, hanno dimostrato che stanno ritornando in forma dopo un lungo stop forzato da infortuni, il primo dal recupero del ginocchio e sei mesi di stop, mentre il compagno dopo la frattura del bacino, ha all’attivo 21 ore di moto, risalito il 24 Dicembre 2012, quindi un ottima preparazione. Riguardo alla Mx2 cosa possiamo dire, pochi piloti che possono girare nel mondiale, se ne possono contare 5/6, e di questi consideriamo sia le moto che le preparazioni.

Charlier il migliore della MX2, ritorna anche lui da uno stop di gare lungo, ma il livello è veramento molto buono, sia per la condizione fisica che per la moto, l’unica MX2 ufficiale nel gruppo.

Harry Kullas, il finlandese era veramente a suo agio sulla Honda Gariboldi, l’unica moto da considerrare al pari della Yamaha di Charlier, in MX2 si è permesso di partire davanti, alla faccia dell’Hondina che non va e, grazie ad un errore di Charlier e alla sua tecnica, lo ha portato a condurre, amministrare e vincere la gara. Nella Elite si è difeso bene, tenendo dietro parecchie 450.

Jeremy Seewer, un altro pilota del mondiale del Team Suzuki Rockstar, terzo assoluto nella MX2 e un ottimo allenamento anche per lui in vista del Campionato Mondiale Mx2, ha girato con un ottimo passo anche nella Elite.

Per i piloti del Team Ricci, le migliori considerazioni le ha fatte lo stesso Ilario dei suoi piloti, condividiamo alla perfezione il suo commento, che trovate CLICCANDO il link!

http://blog.mxbars.net/2013/02/04/team-ricci-racing-report-int-ditalia-riola-sardo/

.

COMMENTI PILOTI


Tony Cairoli:
Sono contento della vittoria ottenuta a Riola. La pista era molto bella e preparata bene, ma soprattutto c’era un grandissimo pubblico, al livello di quello del mondiale. E tanti fans sono venuti a salutarmi.

Per quanto riguarda la gara sono soddisfatto del doppio successo, ma non sono ancora in piena forma. Sulla sabbia come sempre mi trovo bene e sono riuscito a vincere entrambe le gare. Nella MX1 ho lottato e mi sono divertito contro Ken, il mio compagno di squadra, poi nel finale ho allungato e vinto. Nella Elite invece sono scattato bene e dopo pochi passaggi avevo già un buon vantaggio che ho amministrato fino alla fine.

Ora torno a Roma e domenica prossima mi aspetterà la gara di casa, a Malagrotta, e l’obiettivo è quello di confermarmi al vertice.”

.

David Philippaerts: ”Sono contento e sto bene, abbiamo passato un week end di gare sotto ogni situazione atmosferica, pioggia, grandine e poi sole, questo ha reso la pista più tosta, questo anche al fatto che ci hanno corso le 125, ma è andato tutto bene, lo staff ha preparato la pista alla perfezione, quello che è venuto fuori dal tracciato è stato come le piste da mondiale.

In gara mi son comportato bene, l’obbiettivo è allenarsi senza strafare, nella prima manche ho fatto una gara d’attacco, finendo al 4° posto, mentre nella Elite son partito bene, ero anche secondo, ma ho deciso di concentrarmi sulla preparazione, visto che stiamo provando un pò di materiale, quindi ho seguito amministrando senza commettere errori.

La moto si comporta bene, mi piace e ho feeling, come ho detto stiamo facendo alcune prove per avere la perfezione, siamo sulla strada giusta e la prima in Qatar è tra un mese, ora ci dirigeremo verso la seconda prova con un altro terreno.”

 

DeDycker: “La prima gara è sempre un riscontro con gli avversari di come sta andando la preparazione al mondiale, e sono molto soddisfatto della mia prestazione. D’altronde ero sicuro che il lavoro fatto finora in allenamento e nei settaggi della moto fosse del tutto positivo. Ora abbiamo altre due gare e perfezioneremo anche i dettagli’.

Guarneri:“Ero indeciso se correre, ma nel turno della mattina ho visto che c’era la possibilità di portare a casa punti utili per la classifica e ci ho provato. Nella prima frazione ho fatto attenzione a non sbagliare e ho comunque tenuto un buon ritmo. Nella seconda manche la pista è anche migliorata ed ho cercato di spingere un po’ di più: ho notato che, nonostante il problema alla caviglia, non ero affatto lontano dal gruppo con cui mi ritroverò al mondiale MX1, per cui posso dirmi soddisfatto, alla fine non è andata male”.

Riola Sardo classifiche

 

MX1: 1. Cairoli (KTM) 16 giri in 30’40”013; 2. De Dycker (Ktm) a 23”530; 3. Bobryshev (Honda) a 53”813; 4. Philippaerts (Honda) a 1’00”057; 5. Roelants (Yamaha) a 1’02”522

 

Elite: 1. Cairoli (Ktm) 16 giri in 30’38”730; 2. De Dycker (Ktm) a 25”996; 3. Frossard (Yamaha) a 30”587; 4. Roelants (Yamaha) a 32”586; 5. Bobryshev (Honda) a 47”645; 6. Philippaerts (Honda) a 55″119.