ARAI HELMET – TERMINE DI SICUREZZA! Ber Racing – Parte 1

Scritto lunedì 12 dicembre 2016 alle 10:19.

 

Intervista a Ber Racing Arai – Part 1 

 

 

VI SIETE MAI CHIESTI CHE COSA AVETE IN TESTA QUANDO INDOSSATE IL VOSTRO CASCO?

 

 

 


.

Lo scopo prinicipale di un casco è proteggere l’utilizzatore proprio da questi impatti.
Nessuno può prevedere facilemente come saranno questi impatti, è per questo che moltissimi pruduttori usano come riferimento le Omologazioni.

 

schermata-2016-12-12-alle-09-53-01

Se un casco ha un peso troppo limitato a certi grammi, vuol dire che il casco è stato assottigliato in alcuni punti e irrigidito solo dove serve per passare dei test di omologazione, ma non sempre si va ad impattare nei 6 punti presi in esame dalle omologazioni Europee e Mondiali, infatti come riporta Francesco Bombarda, nel caso di Arai, la calotta ha uno spessore omogeneo su tutta la superficie, perché l’impatto è imprevedibile e varia dalle dinamiche di caduta, ma sopratutto nell’impatto susseguiranno altri impatti secondari, Arai testa anche le prese d’aria comprese.

schermata-2016-12-12-alle-09-48-01

schermata-2016-12-12-alle-09-46-45

.

Il peso di un casco è relativo quando lo si prende in mano, il peso del casco lo si valuta solo indossandolo e capendo se ha degli sbilanciamenti errati, Arai crea i suoi caschi mediante studi sull’utilizzo facendo riferimento al punto C che tradotto è il punto dove la nostra testa è “fissata” al collo. Abbiamo riscontrato parecchi dubbi sui nostri lettori, molti ci dicono che un casco pesante affatica la guida, noi rispondiamo che non è vero, quello che affatica la guida è proprio lo sbilanciamento dei pesi, Arai in questo caso è omogeneo e ha un bilanciamento naturale!

schermata-2016-12-12-alle-09-38-14

.

Le forme, Arai negli anni ha continuato a mantenere una determinata forma ad “uovo”, questo perché è l’elemento più robusto in natura, ma anche perché la sua sfericità serve a non fermarsi nel caso di caduta e continuare a scivolare per dissipare eventuali forze molto dannose a noi stesse, se avesse una forma spigolosa, questa genererebbe eventuali attriti e rotazioni dannose per la nostra sicurezza.

schermata-2016-12-12-alle-09-52-35

Ma come possiamo gestire energie derivanti da velocità «estreme»?

Quindi?

C’è solo una soluzione….Continuare a scivolare!!!

schermata-2016-12-12-alle-09-49-03

 

.

To be continued…………..

.

Arai Story 2011 – sottotitoli in ITALIANO

.

SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

https://www.instagram.com/mxbars/

 .