CLEMENT DESALLE INTERVIEW GP TRENTINO 2017

Scritto giovedì 20 aprile 2017 alle 11:27.

CLEMENT DESALLE INTERVIEW GP TRENTINO 2017

L’ultimo dei pilotoni che abbiamo intervistato al GP del Trentino il Sabato dopo la gara di qualifica, Clément Desalle, un altra interessante intervista, dove cerchiamo spariamo delle domande generiche al Mx Panda, la stagione cominciata bene e il GP del Trentino non proprio roseo, il suo risultato di Domenica è sotto le sue aspettative vista la dichiarazione che ci fece, lui è un altro ragazzo che lavora sodo, siamo sicuri che in Olanda ci gaserà!!!

Traduzione by Ryan Introvigne

Buona lettura ascolto!

 

Ciao Clement, com’è andata la tua gara di qualifica oggi?
Non è stata il massimo ma va bene, non son partito ottimamente ma son riuscito a portarmi davanti nelle prime 3-4 curve. Mi sentivo bene a dire la verità ma poi ho fatto un paio di errori, ed ho finito sesto. Nella seconda parte della manche non mi son sentito così bene. Cercheremo di mettere a punto l’assetto per domani e anche qualche traiettoria migliore.Speriamo di avere un buon feeling per tutta la giornata.

In generale sei soddisfatto del setup della tua moto?
Si sono davvero soddisfatto da quando sono passato a Kawasaki. Mi sento alla grande. Dobbiamo adattarci ogni volta alla pista su cui corriamo ma abbiamo comunque un setup di base. A dire la verità sto ancora migliorando alcune piccole cose ,ma va bene son già contento così.

Questa pista ti piace o preferisci terreni più morbidi?
No,mi piace, è un bel posto e con le montagne ti senti bene, nella natura. Ha anche un pò di salite e discese, è motocross. Però a dire la verità dipende anche da come la preparano, a volte ciò la rende molto monotraiettoria, e lo vedete nelle gare..non riusciamo a sorpassare o comunque è molto difficile. E’ un pò un peccato. Però per il resto è una bella pista, difficile. Mi piace, come mi piace Agueda in Portogallo.

Quali altre piste ti piacciono e pensi siano a tuo favore?
Sono in America e sono quelle del Campionato National (ride).

Quanto è difficile e stancante per voi affrontare queste lunghe trasferte in paesi lontani, con piste magari non ottimali?
Si, non è facile quando andiamo in posti non tanto belli..le prime 4 gare sono state tutte oltreoceano ed è davvero stancante, lunghi viaggi. Quattro gare sono tante, e facciamo avanti e indietro da una parte all’altra del mondo in continuo. Ogni volta problemi di jetlag ecc. quindi sono contento sicuramente di essere di nuovo in Europa.

Anche il cibo è un problema?
Si, sai non è uguale dappertutto. Ad esempio in Indonesia o posti simili, devi fare attenzione a ciò che mangi… è vero.

Parlando di questioni tecniche, ti abbiamo sempre visto guidare con un manubrio molto basso. E’ una tua abitudine o pensi che ci sia un vantaggio, ad esempio nelle curve?

Non lo so, mi sento bene così, lo uso sin dai primi anni. In questo modo mi sento padrone della moto, se guidassi in un’ altra maniera non mi sentirei a mio agio. Si, questo è il mio stile.

Hai cambiato il tuo approccio alle gare? Ti senti un pilota più calmo e maturo oppure senti ancora la pressione?
Non la sento molto, sai, anno dopo anno accumuli esperienza e impari dai tuoi errori. Prendo tutto come viene e cerco di fare il mio meglio di anno in anno, questo è importante. Alcune volte è giusto essere aggressivi, ma nel modo giusto. Anche le piste sono cambiate da quegli anni, quindi è difficile fare una comparativa.

Per quanto riguarda il livello della MXGP di allora, e quello attuale, cosa ne pensi?
Penso che ora siano più veloci, soprattutto le moto sono migliorate.La top ten è molto combattuta, ciò rende tutto più difficile. In alcune gare puoi vincere la prima manche e poi essere solo 7°-8°-9°nella seconda, basta una brutta partenza o un errore. Prima se eri un pilota da top 3, partivi male e ti ritrovavi 6°-7°, potevi recuperare abbastanza facilmente e finire a podio comunque. Ora invece se sei 7-8° non è la stessa cosa recuperare perchè i piloti da passare sono altri, è più dura.

Domanda tecnica, sei uno di quei piloti che cerca la massima potenza nel motore (tipo Max Nagl) o cerchi di più l’erogazione?
Dipende ma comunque mi piace avere un motore molto potente.

Possiamo dire che l’obiettivo per il weekend è il podio?
No, la vittoria!

.

SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

http://instagram.com/mxbars/

.