PROVA COMPARATIVA MOTOCROSS 450 4T 2013! Parte seconda…

Scritto venerdì 14 dicembre 2012 alle 12:15.

La comparativa 450 4T 2013!!!

Sei moto a confronto…a vostra scelta!

ARVE Error: id and provider shortcodes attributes are mandatory for old shortcodes. It is recommended to switch to new shortcodes that need only url

Traduzione by Luca Serafini

Articolo by MotocrossActionMag.com

Ecco la seconda parte della comparativa tra 450 fatta da MXAMAG, i dettagli, le considerazioni su ogni 450 2013, la prima parte la trovate CLICCANDO QUI, e a fine pagina potrete lasciare un commento CLICCANDO il link, aspettando anche la terza e ultima parte della comparativa!

Noi di MxBars confidiamo molto in prove così efficaci dove, tutte le moto hanno un “padrone”, per stile, esigenza e gusto.

Questo è quello che sosteniamo anche dalle miriadi di discussioni tra gli utenti che provano le moto in pista tutti i giorni, quelle moto che escono dai concessionari come “mamma le ha fatte”!

.

Motocross Action 2013 Prova comparativa 450 4T: il podio

Terzo posto
SUZUKI RM-Z450

Perché la RM-Z450 dovrebbe vincere il duello?
La Suzuki RM-Z450 del 2013 combina una solida performance motoristica con la migliore prestazione assoluta in curva di qualunque moto della sua classe.

Perché la RM-Z450 dovrebbe perdere il duello?
L’adozione per il 2013 da parte di Suzuki della forcella Showa SFF a molla singola non è stato un buon cambiamento. Il settaggio delle SFF di Suzuki è incerto e ruvido. La moto è la più pesante di questa prova comparativa e nelle mani di MXA non ha un report di affidabilità immacolato. Benché curvi alla grande, la RM-Z450 è molto instabile in velocità, con un’anteriore che sbacchetta quando meno ve lo aspettate.

Quanti HP* eroga la RM-Z450?
54,10 HP* a 8.700 giri.

Com’è la sua potenza?
Sebbene il programma di aggiornamento della Suzuki per il modello 2013 le abbia fatto perdere potenza rispetto al modello del 2012, in effetti ne è uscita migliorata. Non perché la RM-Z450 del 2013 abbia più potenza massima, ma perché ha più coppia e più spinta in basso. Questo la rende molto più guidabile, le dà più spinta fuori dalle curve e la rende più maneggevole. Allo stesso tempo costituisce, comunque, un piccolo svantaggio in rettilineo, in un testa a testa a suon di giri motore con le superpotenti di questa prova comparativa.

Quanto pesa la RM-Z450?
242 pounds (109,76 kg). Il massimo risparmio di peso nel modello 2013 viene dalle forcelle Showa SFF. Poiché le SFF hanno una sola molla, fanno risparmiare circa 1 pound (450 g).

Come si è piazzata nella prova comparativa di MXA dello scorso anno?
Al terzo posto. Ha avuto un buon risultato finale nel 2012 e con forcelle migliori e un po’ più di potenza massima, avrebbe potuto salire di un posto in questa comparativa.

Come si classifica la RM-Z450 nei diversi parametri di valutazione?
Potenza: quarta
Erogazione: terza
Forcelle: sesta
Ammortizzatore: terza
Guida (complessiva): seconda
Comportamento in curva: prima
Freni: quarta (al pari con CRF e KXF)
Frizione: sesta

Che cosa vorremmo cambiare nella RM-Z450?
Da dove partiamo? Questa moto è un eccezionale mezzo da gara per quanto riguarda l’ergonometria, le sensazioni, la potenza e le prestazioni in curva, ma non può vincere uno shootout con freni poco efficaci, una frizione debole, un raffreddamento inadeguato, brutte forcelle e più peso di qualunque altra moto della categoria. Se fossimo la Suzuki, per prima cosa sistemeremmo i problemi di base, perché la guida, la potenza e l’ergonomia sono a posto. Quanto è difficile fornire dei radiatori, freni, frizione e settaggio delle sospensioni al passo con i tempi?

Quale novità interessante c’è sulla RM-Z450?
Suzuki ha fatto il massimo dello sforzo, anche se vano, per il 2013. Invece di sedersi e lasciare che il mondo passasse oltre, Suzuki ha cambiato le forcelle, alleggerito il pistone, aumentato l’alzata delle valvole e ridisegnato il silenziatore. La notizia è lo sforzo che hanno fatto, non il risultato ottenuto.

Il verdetto finale?
Singolare. A questa moto piace curvare, è la sua ragione di esistere.

* 1 HP = 1,014 CV

.
Secondo posto
KTM 450SXF

Perché la 450SXF dovrebbe vincere il duello?
La KTM 450SXF del 2013 tra tutte le moto eroga la maggior potenza nel più ampio arco di regime di giri con la transizione dai bassi ai medi più facile da usare. Ha i migliori freni, frizione, stabilità, cambio, messa in moto e guidabilità generale. E, sebbene abbia l’avviamento elettrico e la batteria, non è la più pesante della categoria.

Perché la 450SXF dovrebbe perdere il duello?
Una ragione e una sola ragione: le forcelle e l’ammortizzatore standard WP sono tutt’altro che stellari.

Quanti HP* eroga la 450SXF?
56,95 HP* a 9.400 giri.

Quanto pesa la 450SXF?
240 pounds (108,86 kg). La KTM ha perso 3 pounds (1,36 kg) grazie ai nuovi carter motore pressofusi e al motore a camma singola, anche se ha ripreso un po’ di peso a causa dell’iniezione.

Come si è piazzata nella prova comparativa di MXA dello scorso anno?
Al secondo posto. È stata prima nel 2010 e nel 2011 e seconda nel 2012. Ora, è seconda per il 2013, sebbene abbia avuto evoluzioni significative nell’erogazione della potenza. Molti tester di MXA pensano che sia nel suo complesso la miglior moto per il pilota medio.

Come si classifica la 450SXF nei diversi parametri di valutazione?
Potenza: prima
Erogazione: seconda (al pari con KX450F)
Forcelle: quinta
Ammortizzatore: quinta
Guida (complessiva): prima (al pari con 350SXF)
Comportamento in curva: terza (al pari con 350SXF)
Freni: prima (al pari con 350SXF)
Frizione: prima (al pari con 350SXF)

Che cosa vorremmo cambiare nella 450SXF?
Nelle ultime tre stagioni, MXA era solita rimuovere le forcelle e l’ammortizzatore WP dalle sue KTM che usa in gara per montare le sospensioni Showa A-kit. Questo risolveva il nostro maggior disappunto riguardo la KTM; ma al costo di 8.000 dollari, è una soluzione attuabile solo dai piloti ufficiali e dai viziati tester di MXA. La nostra lista di richieste è semplice: 1. migliori componenti delle sospensioni; 2. maggior potenza dai bassi ai medi regimi per permettere alla moto di arrivare prima al cuore della curva di potenza; 3. un ghiera seria per la regolazione del precarico dell’ammortizzatore.

Quale novità interessante c’è sulla 450SXF?
Praticamente tutto sulla KTM 450SXF del 2013 è nuovo,e tutte le novità sono state sviluppate da Roger De Coster e da Ryan Dungey. Basandosi sulla moto di Dungey, vincitrice del Campionato nazionale AMA outdoor, la KTM 450SXF 2013 è veramente una bella moto da guidare. Comunque, la novità degna di nota è proprio quello che non è stato cambiato: le sospensioni non sono migliorate a sufficienza.

Il verdetto finale?
Per tutti. Questa è la miglior moto per le masse (le masse che conoscono un buon preparatore di sospensioni…).

* 1 HP = 1,014 CV

.
Primo posto
KAWASAKI KX450F

Perché la KX450F dovrebbe vincere il duello?
La Kawasaki KX450F del 2013 ruota tutta attorno alla sua erogazione di potenza. Ha una potenza massima “da podio”, ma è il modo in cui la eroga che è così speciale.

Perché la KX450F dovrebbe perdere il duello?
A parte il motore fenomenale, il resto della KX450F è nella media. È una moto grossa, con una guida strana, freni deboli, uno scarico fastidiosamente rumoroso, una frizione incerta e un’ergonomia non intuitiva.

Quanti HP* eroga la KX450F?
55,05 HP* a 9.000 giri.

Quanto pesa la KX450F?
239 pounds (108,40 kg). La Kawasaki KX450F ha perso almeno 2 pounds (900 g) con l’adozione delle forcelle Showa PSF ad aria.

Come si è piazzata nella prova comparativa di MXA dello scorso anno?
Al primo posto. Infatti, questa è la terza volta negli ultimi cinque anni che la KX450F ha vinto lo shootout di MXA. Ha compiuto l’impresa nel 2009, 2012 e 2013.

Come si classifica la KX450F nei diversi parametri di valutazione?
Potenza: seconda
Erogazione: seconda (al pari con 450SXF)
Forcelle: seconda (al pari con CRF450)
Ammortizzatore: seconda
Guida (complessiva): quarta
Comportamento in curva: quarta
Freni: quarta (al pari con RM-Z e CRF)
Frizione: quarta (al pari con RM-Z e CRF)

Che cosa vorremmo cambiare nella KX450F?
Se potessimo cambiare qualcosa nella Kawasaki KX450F del 2013, sarebbe l’ingombro complessivo della moto. La KX450F potrebbe essere migliore se fosse più leggera, più bassa e più stretta. Il motore “porta casa la pagnotta” per tutta la moto, perché il resto del pacchetto è di livello medio. La Kawasaki è riuscita a vincere diversi shootout nonostante abbia freni al di sotto della media, una frizione debole, una guidabilità media, crune della catena fragili e sia troppo rumorosa. Ma poiché la maggior parte delle moto giapponesi ha freni e frizioni insufficienti se paragonate alle KTM, la penalizzazione per queste pecche non è così pesante come sarebbe stato se la RM-Z o la YZF fossero state migliori in questi ambiti.

Quale novità interessante c’è sulla KX450F?
La Kawasaki ha una serie di trucchi nel cappello che la distinguono dalla concorrenza in modo unico: Launch Control, manopole più larghe di 10 mm, pedane regolabili, gomme Bridgestone 403/404, forcella ad aria (come la CRF450) e tre mappature plug-in (come la RM-Z). Ma la notizia per quanto riguarda la KX450F è la sua succulenta erogazione di potenza. Loro sì che sanno dove piazzare i cavalli.

Il verdetto finale?
Vincitrice. Qualche volta vinci perché fai una cosa bene e altre sei appena ok – meglio che fare sei cose bene e una in modo terribile.

* 1 HP = 1,014 CV

.

Ora abbiamo anche la seconda parte della prova con il podio e la “vincitrice”!!!!!!!

Ma state sintonizzati che pubblicheremo una terza parte con dei dati tecnici a confronto, nel frattempo lasciate un commento CLICCANDO il link!

http://forum.mxbars.net/viewtopic.php?f=18&t=62651

.