JAPANESE SPY PHOTOS: 2015 BIKES?

Scritto venerdì 4 aprile 2014 alle 18:45.

Come ogni anno i nostri amici di TransWorldMX.com si sparano un viaggetto in Giappone, nella patria delle moto, ci vanno proprio all’apertura del Campionato Nazionale per scovare le chicche di cui noi appassionati attendiamo, di seguito troverete le Spy Foto dei nuovi modelli, per ora in questo articolo ci sono solo Honda e Yamaha, ma state sintonizzati per altre novità!!!

Il Campionato Nazionale MX Japan da il via questo fine settimana a Kumamoto, in Giappone, e il nostro uomo sulla scena, Taku Nagami, ha dato una sbirciata ad un paio di moto. Le Honda ufficiali di IA1 Champion Akira Narita e IA2 Champ Toshiki Tomita guardano a prima vista su base produzione, ma un occhio attento può individuare alcune differenze e un sacco di parti nascoste.

Masahiro Ito segue la moto di Tomita, Factory CRF250R, Ito dovrebbe essere familiare a molti appassionati di corse americane,  ha lavorato per diversi anni negli Stati Uniti come meccanico di Jason Lawrence e anche come tecnico delle sospensioni alla Enzo Racing (del nostro amico Ross. ndr.)

La CRF250R di Tomita vanta tutte le parti delle moto factory fatte a mano come la cella a combustibile in titanio e i silenziatori in titanio, ma l’aspetto più interessante della moto sono le forcelle works Kayaba PSF2 che abbelliscono la parte anteriore della moto. Sarà il 2015 CRF250R prossimo a uscire provvisto di KYB Pneumatic Spring Forks? Noi la prendiamo così….. Nessuna parola ancora sulle differenze nella forcella PSF2 … ma rimanete sintonizzati.

Le works Honda CRF450R dell’otto volte Japan MX Champion Akira Narita è un’opera d’arte. Narita ha detto di preferire una fascia di potenza incisiva come l’erogazione stock, e questo è proprio quello che il suo motore factory monta. A differenza della CRF450R di produzione che monta il collettore sul lato sinistro del cilindro e gira intorno alla parte anteriore della moto per guadagnare lunghezza dell’erogazione, la moto di Narita ha uno scarico più grosso che esce dal lato destro del cilindro e va all’indietro verso i doppi silenziatori. La sospensione della factory Showa abbellisce le estremità del numero uno sulla moto. Narita preferisce la tradizionale molla meccanica, questo per gareggiare, quindi non viene equipaggiata di forcelle ad aria sulla moto da corsa.

Le marmitte in titanio sulle moto di Narita dispongono di finali in fibra di carbonio. Fatti in casa da Honda / HRC, gli scarichi sono molto simili a quelli venduti da Pro Circuit.

Il titanio del collettore Factory sulla moto di Narita è un’opera d’arte. Le sezioni nel disegno sono progettate per aggiungere lunghezza complessiva di erogazione, così come i terminali di scarico che vengono montati doppi.

Questa è la factory di Yu Hirata la Yamaha YZ450F. Sulla base di un moto di serie, la moto ha ancora molti pezzi originali, tra cui un insieme delle factory Kayaba. Guardate attentamente la parte posteriore della moto, si noterà che il monoammortizzatore ha un serbatoio molto diverso, che è posizionato con un angolo di 10 e 4, piuttosto che verso l’alto e verso il basso. Siamo ancora in lavorazione per saperne di più sul componente della sospensione, e quali benefici se ne ricavano.

Le liimitazioni della fonometrica al MFJ sono altrettanto rigorose come sempre, le moto corrono in Giappone e spesso sono così tranquille o anche più silenziose delle stock, come la bella marmitta in titanio sulla moto di Hirata. Inoltre, controllate la foto precedente della factory Yamaha per vedere i diametri delle sezioni dei tubi del collettore di scarico e come si avvolge intorno al cilindro.

Restate sintonizzati per maggiori informazioni da Kumamoto, oggi (Venerdì in Giappone), le moto passano attraverso l’ispezione tecnica prima delle attività del fine settimana, insieme a Nagami saranno con l’occhio attento per più foto spy!