FIRST LOOK AT THE 2016 HONDA CRF250 & CRF450

Scritto venerdì 12 giugno 2015 alle 00:01.

FIRST LOOK AT THE 2016 HONDA CRF250 & CRF450

E ci siamo anche per le Honda CRF del 2016, alcuni cambiamenti a conferma che nei modelli 2015 qualcosa non andava, infatti in molti riscontravano problemi di adattamento al mono ammortizzatore, altri dettagli portati a migliorare il tutto, ma esteticamente rimane praticamente uguale al 2015.

Buona visione!

2016 HONDA CRF450R16_CRF450R_Red

Foderi delle forcelle più lunghi, nuovo collegamento per il monoammortizzatore e una diversa molla dell’ammortizzatore evidenziano alcune delle modifiche al CRF450 2016.

La moto che ha guadagnato sei vittorie nella serie AMA Supercross 2015 e salita sul podio ad ogni turno compie un ulteriore passo in avanti per il modello del prossimo anno, con gli aggiornamenti volti a migliorare la maneggevolezza e trazione. Per migliorare la stabilità del CRF450R, la forcella è 5mm più lunga, mentre la sospensione posteriore ha un nuovo attacco e una nuova molla, così come le impostazioni del monoammortizzatore riviste. Il diametro del rullo catena è stato ridotto da 38 mm a 34 millimetri. Disponibile: luglio 2015.

Longer forks tubes, new shock linkage and a different rate shock spring highlight some of the changes to the 2016 CRF450

The bike that earned six wins in the 2015 AMA Supercross series and finished on the podium at every round takes another step forward for next model year, with updates aimed at improving handling and traction. To enhance stability on the CRF450R, the fork is 5mm longer, while the rear suspension gets a new link and spring, as well as revised shock settings. The diameter of the chain roller has been reduced by 4mm to 34mm. Price: $8699. Available: July 2015.

2016 HONDA CRF250R16_CRF250R_Red

Più di compressione, nuova cam, molle valvole più rigide e sistemi di aspirazione dell’aria e di scarico riprogettati sono stati aggiunti alla CRF250 per il 2016.

La moto che ha preso i cinque dei primi dieci posti della 250SX Lites Est punti finali della classifica assoluta, ancora meglio per l’anno modello 2016, grazie ad una serie di modifiche volte ad aumentare la potenza e migliorare la maneggevolezza. Tra gli aggiornamenti del motore sono di compressione più elevata, una maggiore portanza della cam, valvole di scarico in titanio, nuove molle valvole, e aggiornamenti alla forma della testa del pistone e la forma della biella. Inoltre, i condotti di aspirazione sono stati modificati, mentre il sistema di scarico diventa di diametri di uscita più grandi per una migliore erogazione e un nuovo scarico per una migliore potenza di uscita. Gli aggiornamenti alla mappatura di iniezione sono stati incorporati, ed i radiatori sono ampliati per migliorare il raffreddamento. Inoltre, la lunghezza della forcella è stata estesa di 5 mm per migliorare la stabilità, e il diametro catena a rulli è stato ridotto da 38 millimetri a 34. Alla luce di questi miglioramenti e il suo potenziale di grande maneggevolezza e di comprovata affidabilità, la CRF250R è sicura di rimanere la migliore scelta per i piloti di motocross professionali e privati. Disponibile: settembre 2015.

More compression, new cam, stiffer valve spring and redesign air intake and exhaust systems have been added to the CRF250 for 2016.

The motorcycle that took five of the top ten places in the 2015 250SX East final points standings gets even better for the 2016 model year, thanks to a series of changes aimed at increasing horsepower and improving handling. Among the engine updates are higher compression, increased cam lift, titanium exhaust valves, new valve springs, and updates to the cylinder-head porting, piston shape and connecting-rod shape. In addition, the air-intake tube has been changed, while the exhaust system gets larger outlet diameters for improved breathing and a new header-pipe resonator for improved power output. Updates to the fuel-injection mapping have also been incorporated, and the radiators are enlarged for improved cooling. Additionally, the fork length has been extended by 5mm to improve stability, and the chain-roller diameter has been reduced from 38mm to 34. Given these improvements and its record of great handling and proven reliability, the CRF250R is sure to remain a top choice choice for professional and privateer motocross racers. Price: $7599. Available: September 2015.

Honda CRF250R Tech Talk

ARVE Error: id and provider shortcodes attributes are mandatory for old shortcodes. It is recommended to switch to new shortcodes that need only url

2016 HONDA CRF150/CRF150 EXPERT16_CRF150R_RB_Red

Disponibile sia minicycle e ruote a dimensioni grandi, il CRF150 è l’unica moto da corsa 150cc quattro tempi.

Imballaggio ad alte prestazioni e la tecnologia Honda solo per mini piloti a quattro tempi, la CRF150R per giovani piloti per un vantaggio quando si tratta di motocross. Dotata di tuned da gara, con sospensioni anteriori e posteriori Showa, un motore Unicam (sulla base di quelli della CRF450R e CRF250R), un telaio e precisione della frenata progettata per la pista, questa moto pronta per le competizioni è disponibile in due versioni per soddisfare una vasta gamma di piloti : la CRF150R e la CRF150R Expert, che ha le ruote di grande diametro, una posizione di guida più alta e un forcellone più lungo. Disponibile: agosto 2015.

Available in both minicycle and Big Wheels sizes, the CRF150 is the only 150cc four-stroke race bike made.

Packing high performance and Honda technology into the industry’s only four-stroke mini racer, the CRF150R gives younger riders a head start when it comes to motocross racing. Boasting race-tuned Showa front and rear suspension, a Unicam engine (based on those of the CRF450R and CRF250R), a track-designed chassis and precision braking, this competition-ready machine is available in two versions to suit a wide variety of riders: the CRF150R and the CRF150R Expert, which has larger-diameter wheels, a higher seat and a longer swingarm. Price:CRF150R: $4990, CRF150R Expert: $5140. Available: August 2015.

.
SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

http://web.stagram.com/n/mxbars/
.

 

HONDA CRF250R YM2016

Data comunicato stampa: 12 giugno 2015

Aggiornamenti modello: La CRF250R riceve un sostanziale aumento della potenza agli alti regimi grazie ai nuovi componenti (testata, pistone e biella) sviluppati da HRC, con una maggiore coppia ai bassi regimi, senza cali di prestazione ai medi regimi. Le forcella SFF-TAC-Air Showa è stata aggiornata per ridurre gli attriti e migliorare la risposta e lo smorzamento; l’ammortizzatore Showa ha un set-up riconfigurato per adattarsi alla rinnovata forcella.

 

Sommario:

1. Introduzione

2. Panoramica del modello

3. Caratteristiche principali

4. Caratteristiche tecniche

1. Introduzione 

Non c’è competizione più serrata di quella a cui si assiste nella classe MX2, sia a livello amatoriale che professionale. E la CRF250R di Honda è da sempre una delle migliori armi da utilizzare in questa battaglia, grazie alla potenza erogata in modo fluido e al perfetto telaio che bilancia l’agilità e la leggerezza con una stabilità da riferimento. Questo modello condivide lo stesso telaio a semi-doppio trave in alluminio e la filosofia di progettazione con centralizzazione delle masse della CRF450R che agevola la percorrenza in curva e la stabilità durante i salti.

La CRF250R 2016 è equipaggiata con la forcella Showa ad aria da 49 mm con separazione delle funzioni e unità a tripla camera (SFF-TAC-Air), per sfruttare completamente le doti dell’eccezionale telaio. È equipaggiata inoltre con lo stesso pulsante per la selezione della modalità del motore (EMSB) della sorella maggiore, che consente di scegliere tra 3 diverse modalità di guida (standard, fluida o aggressiva) selezionabili dal pilota tramite il tasto sul lato destro del manubrio.

Ma non c’è da rilassarsi quando si tratta di sviluppare una MX2 nella quale anche i miglioramenti più piccoli possono fare grandi differenze se combinati. Per il 2016 Honda ha previsto una serie di aggiornamenti al motore e alle sospensioni della CRF250R, ispirate a quanto il Team HRC ha potuto apprendere, lavorando duramente, ad ogni gara della MXGP.

2. Panoramica del modello 

Le modifiche principali della CRF250R 2016 ruotano intorno alla testata, al pistone e alla biella completamente rivisitati. Il risultato è la potenza elevata – particolarmente agli alti regimi, senza perdita di prestazioni nella risposta ai bassi regimi – nella sensibilità all’acceleratore e nell’erogazione. Anche la coppia risulta migliorata, sia agli alti che ai bassi regimi. Il collettore di scarico è ora caratterizzato da una camera di risonanza e da due terminali di scarico ridisegnati internamente. Anche l’airbox è stato ridisegnato per migliorare il flusso dell’aria.

La forcella SFF-TAC-Air Showa ha subito numerose modifiche interne che si aggiungono a 5 mm di lunghezza aggiuntiva dei foderi per migliorare precisione, reattività, sensibilità di guida e a un’ulteriore possibilità di regolazione. L’ammortizzatore posteriore è stato ricalibrato per adattarlo alle novità introdotte sull’avantreno. Altre modifiche includono una riduzione del diametro dei rullini della catena della trasmissione finale e una migliore capacità, del nuovo supporto, di non ammassare il fango sulle pedane.

3. Caratteristiche principali

3.1 Motore

Il motore con testata Unicam a 4 valvole da 249 cc della CRF250R mantiene alesaggio e corsa di 76,8 x 53,8 mm. La potenza massima è ora 29,4 kW (40 CV) a 11.500 giri/min (28 kW a 11.000 giri/min sul modello precedente) con una coppia massima di 27,1 Nm a 9.000 giri/min (26,5 Nm a 8.500 giri/min sul modello precedente). Il nuovo motore è più dolce e corposo ai regimi bassi, mantiene la sua grinta ai regimi medi e, man mano che sale di giri non solo eroga maggiore potenza e coppia ma riesce a mantenersi a regimi elevati per molto più tempo, caratteristica quest’ultima particolarmente utile per sezioni o curve impegnative dove il pilota vuole insistere sulla stessa marcia.

L’aumento della potenza e della coppia massima – senza sacrificare minimamente l’efficacia dell’erogazione sull’intero range – è stato ottenuto grazie allo sviluppo intensivo della testata da parte di HRC. Il punto di partenza è stato un nuovo pistone più leggero, con un rapporto di compressione di 13,8 : 1 (13,5 : 1 sul modello precedente). Il pistone è abbinato a una biella più leggera, con un profilo rivisitato, che contribuisce all’incremento di potenza.

Sul lato aspirazione l’airbox è caratterizzato da un condotto aggiunto, oltre ad una lunghezza modificata del condotto interno e da un isolatore. I condotti di aspirazione e scarico sono stati riprogettati in base alle specifiche HRC e le valvole di scarico, con diametro di 25mm, sono ora in titanio (invece che in acciaio) per conformarsi alle valvole di aspirazione da 30,5mm. Un albero a camme con un nuovo profilo aziona alza valvole ridisegnati ed hanno ricevuto interventi di ottimizzazione anche le alzate delle valvole di aspirazione e scarico. Il materiale della molla delle valvole di aspirazione è nuovo. Il sistema di iniezione a doppio stadio PGM-FI – con un corpo farfallato da 46 mm – presenta nuove configurazioni per adattarsi alla nuova testata free-flowing del motore.

Lo scarico utilizza un risonatore posto tra il collettore e il motore che migliora l’erogazione e di conseguenza la guidabilità. Entrambi i terminali di scarico utilizzano un nuovo collettore e nuovi tubi interni forati più larghi in uscita. Il radiatore lato sinistro è più grande per una migliore gestione del calore generato alla massima potenza e il cambio è ora equipaggiato con un fermo del tamburo con cuscinetto per garantire una maggiore sensibilità sulla leva. Il diametro dei rullini della catena di trasmissione è stato ridotto da 38 a 34 mm.

Il pulsante di selezione delle mappature (EMSB) Honda, rende il motore ancora più personalizzabile. Si tratta di uno strumento perfetto soprattutto per gli amatori che, invece di regolare la moto durante la settimana sperando che le condizioni non cambino nel corso del weekend, ora potranno semplicemente fermarsi con il motore al minimo e selezionare la mappa successiva nella sequenza tenendo premuto il pulsante per meno di un secondo.

 

Un LED ad alta visibilità integrato e una serie di lampeggi consecutivi segnalano la mappa in uso con una rapida pressione del pulsante. Se viene selezionata un’altra mappa, la nuova scelta è sempre confermata al pilota attraverso i lampeggi.

 

La modalità 1 utilizza la combinazione standard delle mappe di accensione e iniezione di carburante per offrire un’erogazione bilanciata di potenza e coppia. La modalità 2 è stata progettata per fondi sdrucciolevoli e fangosi e offre un controllo assoluto dell’accelerazione in modo da gestire agevolmente anche l’ultimo impulso di trazione. La modalità 3 offre una erogazione della potenza massima, aggressiva, decisa e reattiva ai regimi alti, per percorrere tratti di sabbia soffice. Le modalità 2 e 3 possono essere ulteriormente personalizzate con l’hardware e il software di mappatura “HRC setting tool” esistenti.

3.2 Telaio

La forcella SFF-TAC-Air con steli da 49 mm è stata sviluppata da Showa specificatamente per sfruttare le eccezionali prestazioni del telaio e ridurre il peso di oltre 1 kg rispetto al peso delle forcelle convenzionali. Il gambale della forcella destra è completamente regolabile sia in compressione che in estensione, mentre in quello della forcella sinistra la compressione dell’aria avviene senza struttura ammortizzante. Questa distribuzione consente di ottenere un bilanciamento controllato destra/sinistra, migliorando la stabilità sui cambi di direzione e quando si agisce con forza sul freno anteriore.

Le tre camere sono utilizzate dal gambale della forcella sinistra per gestire la reattività delle sospensioni (o effettivo coefficiente della molla). La camera di bilanciamento viene utilizzata nella posizione statica e alle basse velocità; quella interna per la corsa intermedia e quella esterna quando la forcella è vicina al finecorsa.

Entrambi i gambali della forcella hanno la stessa corsa e hanno le stesse dimensioni interne, come nei precedenti modelli, ma sono stati sviluppati ulteriormente, con due obiettivi principali: ridurre l’attrito quando la corsa è breve, migliorando la velocità di risposta, e incrementare la forza di reazione nella corsa intermedia, aumentando il controllo prima del salto e in fase di atterraggio. Entrambe le caratteristiche di smorzamento in estensione e in compressione sono state migliorate per adattarsi al nuovo assetto.

I foderi della forcella sono ora più lunghi di 5mm al di sopra della piastra superiore e per ridurre l’attrito di scorrimento (del 25% circa) la costruzione, il profilo e il numero dei paraoli interni sono stati scelti con la massima accuratezza. È stata aggiunta pressione pneumatica per 80 kPa alla camera esterna, che prima non prevedeva alcuna pressione (0 Kpa). È stata introdotta inoltre una valvola dedicata per questa regolazione. Sia la camera interna che quella di bilanciamento utilizzano ora 1.075 kPa  (1.200 kPa/1.125kPa sulla versione precedente). La registrazione dello smorzamento in compressione è stata aumentata da 4 clic a 8 clic.

Il compatto ammortizzatore Showa è montato in basso all’interno delle travi del telaio. Per bilanciare le modifiche apportate sull’anteriore – e ottenere le massime prestazioni di trazione sulla ruota posteriore –  l’ammortizzatore utilizza una molla più dura nella fase iniziale della corsa. Lo smorzamento dell’estensione rimane immutato ma lo smorzamento in compressione aumenta (rispetto al modello precedente) da metà corsa in avanti, man mano che la velocità del pistone aumenta.

 

L’ammortizzatore posteriore è completamente regolabile, con 17 posizioni di regolazione dell’estensione; la regolazione della compressione è separata in: basse velocità (23 posizioni) e alte velocità (3,5 giri). Il leveraggio Pro-Link Honda della sospensione posteriore è caratterizzato da una progressività specifica per la CRF250R e consente un’escursione della ruota di 317mm. Il forcellone in alluminio presenta una sezione più alta nella parte anteriore e centrale, per una maggiore precisione nelle traiettorie e una migliore trazione in uscita dalle curve.

Il telaio della CRF250R con doppio-trave in alluminio – alla sesta generazione – è stato concepito sin dall’inizio per l’uso della forcella ad aria e con particolare attenzione sulla centralizzazione delle masse. Rimane invariato per il 2016. L’inclinazione del cannotto di sterzo è pari a 27,23° con un’avancorsa di 117 mm e un interasse di 1.489 mm. Il peso in ordine di marcia è 105,6 kg. Il motore è alloggiato in una culla posizionata in basso, un’esclusiva della CRF250R.

 

Le sovrastrutture della CRF250R 2016 sono rimaste immutate e mantengono la coerenza tipica della filosofia di Honda – prima l’uomo, poi la macchina – ed è stata modellata sull’esigenza del pilota di muoversi liberamente, in qunato l’ergonomia di guida ottimale è il cuore della progettazione della CRF250R. I convogliatori del radiatore, i fianchetti, la sella leggera e il serbatoio carburante hanno forme snelle e affusolate che offrono al pilota grande libertà e flessibilità nei movimenti. Miglioramenti ai dettagli dei supporti rendono ora più difficile che il fango blocchi le pedane in posizione sollevata.

 

Il disco del freno anteriore da 260 mm con profilo a margherita migliora la dissipazione del calore e offre una maggiore potenza frenante oltre ad una reattività eccellente, grazie anche alla pinza a doppio pistoncino che agisce su di esso; sul posteriore è montato un disco a margherita da 240 mm con pinza a singolo pistoncino. I leggeri cerchi in alluminio montano pneumatici Dunlop MX52F/MX52 nelle misure 80/100-21 all’anteriore e 100/90-19 al posteriore.

Per la CRF250R 16YM è disponibile un’ampia gamma di kit manutenzione.

5. Caratteristiche tecniche Honda CRF250R 2016

 

Tutte le caratteristiche sono provvisorie e possono variare senza preavviso